IHER – lettera Suor Teresa in italiano


L’obiettivo più grande del progetto dell’IHER in Honduras è aiutare quei bambini, adolescenti, giovani e adulti che a causa della povertà non hanno potuto realizzare gli studi di base e potersi difendere con dignità da questa società maschilista,, violenta, escludente, che non rispetta la dignità di persone che proprio a causa di questa situazione non hanno la possibilità di difendersi da soli.
La chiesa cattolica, attraverso la diocesi e il vescovo Angel Garachana che appoggia con forza questo progetto, permette che il progetto prosegua e che molte persone possano migliorarsi e trovare un lavoro degno e stabile, sufficiente ad assicurare il necessario alle proprie famiglie.

Progetto IHER nella parrocchia “Los Naranjo”


Attualmente il progetto IHER viene svolto presso la parrocchia di Lomas del Carmen. La parrocchia conta 16 comunità: Aldea el Carmen, El Ocotillo, San Martín, La Cosmul, Colonia el Carmen, Real del campo, El Porvenir, Jucutuma, San Cruz, Buena Inversión, Luís García Bustamante, Lomas de San Juan, Santa Marta, Col. Los Naranjo, Sitradima y Lomas del Carmen.

Il progetto accoglie però anche alunni che provengono da altre parrocchie; El Ocotillo, El Porvenir, Jucutuma, Luís García Bustamante, Sitradima sono le comunità più povere della parrocchia, come anche Los Bordos, Santa Marta, Bordos los Naranjo, Bordo el Limonar, Bordos el Agua Azul, etc.

In questi luoghi si riscontrano situazioni di povertà estrema e di morte, perché adolescenti e giovani, che non hanno alternative, si organizzano in “Maras” (bande) e sono dediti alla violenza o al furto, togliendo ad altri quanto con grande fatica e sacrifici sono riusciti a conquistare.

Perché il progetto possa continuare abbiamo bisogno soprattutto di un sostegno economico; ogni anno solo per acquistare i libri servono 130,000 lempiras (circa 5,000 euro) a cui vanno aggiunti i costi del materiale scolastico, altro costo importante.
Tanti bambini, adolescenti e giovani, che sono la maggior parte, sono desiderosi di studiare ma non ne hanno la possibilità, non possono nemmeno comprare i libri di base.

Le Suore del Cenacolo Domenicano hanno cominciato con questo progetto nel 2003 nella parrocchia San Antonio Maria Claret di Los Naranjo, e oggi molti giovani hanno migliorato la propria posizione scolastica e di anno in anno crescono le richieste di adolescenti che vogliono studiare ed essere accolti nel progetto. Purtroppo nel 2011 non abbiamo potuto accogliere le richieste di molti ragazzi per indisponibilità di altri posti, e costoro sperano nel 2012.

Il nostro progetto Educativo riceve infatti molte richieste, ed è sostenuto dal vescovo Angel Garachana Perez, che si preoccupa in modo particolare per giovani e adolescenti perché più esposti alla situazione di rischio sociale che colpisce i paesi centroamericani.
Abbiamo tanto bisogno del vostro aiuto per poter continuare nel recupero di tanti adolescenti e ragazzi per i quali non abbiamo fatto nulla di particolare ma siamo qui, suore del Cenacolo Domenicano, per proseguire con questa missione; se ci aiutate realizzeremo insieme un compito meraviglioso, perché in questo Paese vivano persone con una dignità.

Grazie infine al Gruppo Quetzal, che dal 2009 sostiene anche questo progetto e ci ha permesso di realizzare aule, comprare sedie e tutto il necessario; se non fosse stato per la collaborazione del Gruppo Quetzal i ragazzi non avrebbero avuto dove sedersi. Mille grazie per tutto questo, speriamo possiate continuare a sostenerci perché tanti adolescenti e ragazzi possano essere il futuro di questo Paese.
Ma il ringraziamento migliore e più grande per questa opera, per la quale non ci sono parole sufficienti, viene dai volti dei ragazzi e dai loro sorrisi.

© Copyright Gruppo Quetzal ONLUS - Theme by Pexeto