Una storia difficile – Quarto aggiornamento su Shalom

Carissimi,

dobbiamo darvi un nuovo aggiornamento, purtroppo non rassicurante come l’ultimo. Il fratellino di Shalom, nato il 20 sera, è stato improvvisamente male ieri mattina e gli è stata rapidamente diagnosticata una gravissima cardiopatia congenita; è stato trasferito al Bambin Gesù ed è tuttora sottoposto ad un primo, delicato intervento. È solo il primo di almeno quattro interventi, e serve sostanzialmente a mantenerlo in vita in previsione di un possibile trapianto. E’ incredibile questa successione di fatti, questa altalena di emozioni, ed è difficile, molto difficile, affrontare questa nuova e gravissima situazione. Ovviamente, lo è soprattutto per la sua famiglia, che sperava di ritrovarsi presto riunita attorno a Shalom, con il ritorno a Bari di mamma e neonato. Senza mezzi termini, per queste persone già pesantemente provate si tratta di una pesantissima tegolata. Adesso tutto è ancora più doloroso e complicato, visto che la mamma dovrà restare a Roma con il piccolo Gabriele per almeno altre due o tre settimane, proprio mentre domani Shalom rientra in ospedale per la prosecuzione delle cure.

E’ difficile anche per noi; anche il nostro impegno diventa più gravoso, con implicazioni di ogni tipo, come potete facilmente immaginare. Per esempio, una necessità immediata è trovare un alloggio per la famiglia qui in città, ma confidiamo di risolvere questo problema nelle prossime ore.

Insomma, la situazione è davvero molto difficile, e si è enormemente complicata proprio quando sembrava che le cose si stessero schiarendo un po’.

Ma noi ci siamo proprio per questo, per non lasciare solo chi soffre. Forza cari, carissimi amici, non molliamo.
Vi mandiamo una foto di Shalom, che con i suoi occhi ci dice molto di più che con le parole e ci aiuta a lottare con lei e con la sua famiglia. La foto è di ieri mattina.

Per qualunque ulteriore informazione non esitate a chiamare il 339 5788868.