XX Giornata di preghiera e digiuno per i martiri religiosi

Solo nel 2011 sono stati ventisei gli operatori pastorali a morire a causa della loro fede, sacerdoti, religiose, laici che hanno donato sé stessi alla fede, fino al sacrificio estremo.

Amando fino alla fine.

E’ con questo tema che il 24 marzo si celebra la XX Giornata di preghiera e digiuno in memoria dei missionari martiri.

I nomi da ricordare sarebbero tanti, troppi, e proprio nelle terre in cui opera la nostra piccola associazione. Da Monsignor Romero a padre Tullio Maruzzo, da Obdulio Arroyo a Monsignor Gerardi, a padre Augusto Monasterio, a padre Hermogenes Lopez. L’ultimo è padre David Donis Barrera, ucciso nel dipartimento di Santa Rosa, in Guatemala, a fine gennaio.

Uomini e donne consapevoli, in bilico tra paura e coraggio, ma soprattutto pieni di amore. Amando fino alla fine.

Dedichiamo a loro una giornata di preghiera e digiuno, e offriamo quello che non abbiamo speso per mangiare per un progetto a sostegno degli ultimi, uno qualunque, di qualunque associazione o anche a sostegno di qualcuno molto vicino a noi e comunque dimenticato.

Preghiamo per i loro carnefici. Preghiamo che i Martiri ci illuminino nel cammino che poveramente ci sforziamo di fare, da loro già percorso con fulgida serenità.

Preghiamo perché non vengano dimenticati come gli uomini, le donne e i bambini a cui hanno donato la loro vita.